Ben 15 nuovi negozi entro la fine dell’anno in corso. E’ quanto ha annunciato l’azienda Primadonna nel corso dell’incontro, lo scorso 5 maggio, con i sindacati, Uiltucs in testa. Un confronto sulla situazione occupazionale avvenuto in conseguenza all’entrata in vigore della norma che stabilisce la misura massima dell’uso dei contratti a tempo determinato. A questo propositi l’azienda, rappresentata dal dottor Ingravallo, ha fatto il punto sull’organico. Ad oggi sono ben 398 i dipendenti di cui 187 a tempo determinato dislocati in circa 80 unità produttive su tutto il territorio nazionale. internonegozioprim

Annunciando poi il piano di sviluppo (15 nuovi negozi), l’azienda ha concesso la “possibilità di contattare i lavoratori e di indire assemblee sindacali preparatorie per il prossimo incontro, anche laddove non c’è la presenza di una rappresentanza”. Oltre a questo i sindacati hanno chiesto di conoscere nel dettaglio l’andamento economico e finanziario dell’azienda e dei punti vendita, e la mappatura geografica dei negozi. Il confronto è stato aggiornato al prossimo 3 giugno a Roma.