Camp DarbyE’ grandissima la preoccupazione espressa dal Coordinamento Nazionale Uiltucs Basi Americane in Italia sulla situazione generale e, nello specifico, sulla crisi che pesa sui lavoratori in Toscana con i licenziamenti a Camp Darby. Al centro della discussione del Coordinamento, le problematiche che affliggono il settore, caratterizzato negli ultimi anni da licenziamenti nelle varie Basi, “anche – spiega la segreteria nazionale – in violazione degli accordi e delle prassi consolidate; allo stesso modo i lavoratori sono penalizzati da una continua perdita del potere d’acquisto delle retribuzioni che non vengono adeguate al costo della vita, in virtù di vincoli che la controparte americana pone al sistema di adeguamento negoziato nel Ccnl e dagli accordi internazionali”. Ancor più grave poi la situazione che riguarda i lavoratori licenziati a Camp Darby per i quali il Coordinamento si è impegnato “a fare
tutto il possibile per risolvere la difficile situazione dei colleghi”. Sette i punti stabiliti per risolvere i problemi evidenziati dal coordinamento, tra i quali anche la richiesta di adeguamento a 120€ del contributo aziendale a carico ditta per Unisalute. Ma non solo. Per maggiori dettagli potete contattare la Uiltucs Toscana o la sede territoriale di riferimento.

(ph.Pisatoday)