E’ la segreteria nazionale della Uiltucs, presente al tavolo della trattativa, a segnalare l’incontro con Starwood sulla situazione aziendale alla luce dell’imminente acquisizione di Marriott.  Con la cessione dei due ultimi alberghi di proprietà sulla piazza di Firenze, si è conclusa la trasformazione del gruppo in una struttura di solo management; la presenza di diverse proprietà autonome rende di conseguenza più complessa la gestione delle risorse umane e delle relazioni sindacali, nonché la difesa di un modello organizzativo che continua ad escludere il ricorso alle terziarizzazioni.
Nell’occasione sono stati afrontati anche gli aspetti economici e gli andamenti del 2016 con il calo di affluenza, stando a quanto riferito dall’azienda, degli amiericani dovuto “alla incertezza per l’esito delle elezioni politiche. Sono comunque in programma – ha aggiunto l’azienda – diverse ristrutturazioni e investimenti volti a riqualificare diverse strutture alberghiere per rendere l’offerta complessiva più competitiva”. Dal 6 luglio scatterà l’effettivo passaggio che porterà con sé tutta una serie di novità per i dipendenti.  Restate informati: info@uiltucstoscana.it